Come ci innamoriamo

Come ci innamoriamo

Cuore o cervello?

Ognuno di noi è stato cresciuto con l'illusione che l'amore sia qualcosa di spontaneo, incontrollabile, una "scintilla" sulla quale non abbiamo nessun potere.

Mi dispiace fare il guastafeste, ma non è così. Quando ci innamoriamo, non scocca nessuna scintilla, non c'è nulla di incontrollabile o di magico nell'aria, niente che avvenga "a pelle". Tutto quello che accade si realizza nel nostro cervello ed in particolare nel lobo limbico e nelle aree visive occipitali. In pratica nei centri dell'emozione e nei centri dell'immaginazione.

Noi non ci innamoriamo di qualcuno nel momento in cui quella persona è davanti a noi. Noi ci innamoriamo quando, dopo essere stati con quella persona, siamo soli e ci ricordiamo di lei.

E' stato realizzato un interessate esperimento dove ad un gruppo di persone veniva fatta vivere un'esperienza emozionante (l'attraversamento di un ponte tibetano) e, appena scesi dal ponte, c'era ad aspettarli una ragazza / un ragazzo che dava loro il suo numero di telefono (di questo le "cavie" non erano state avvisate).

Lo stesso esperimento veniva ripetuto con la differenza che le persone incontravano il ragazzo / la ragazza in una situazione del tutto normale (in un parco).

Sapete come è andata a finire? Moltissimi di coloro che avevano attraversato il ponte tibetano richiamavano il ragazzo / la ragazza, mentre pochi lo facevano fra coloro che avevano incontrato la stessa persona al parco.

Qual è il responso? Se ti vuoi innamorare vai in un campo avventura! Non proprio, ma siamo vicini. Il responso è che siamo molto più propensi ad innamorarci quando viviamo esperienza emozionanti ed il motivo è che associamo l'emozione a quella data persone e non alla situazione in sé. In pratica l'innamoramento è frutto di un "errore" valutativo. Si sa, non ci innamoriamo di una persona, ma dell'IDEA che abbiamo di quella persona.

Ad esempio, se due persone vivono una intensa emozione insieme (sopravvivere ad un incidente aereo, essere rapinati, fare un viaggio, lanciarsi con il paracadute) è molto più probabile che finiscano per sentirsi attratti l'uno dall'altra. E' pura neuroassociazione. Viviamo una emozione e attribuiamo quella emozione alla persona e non al contesto.

Quindi si può STRATEGICAMENTE far innamorare di noi una persona? Assolutamente si. Ed ogni strategia di innamoramento ha alla base il far associare a noi intense emozioni positive ed all'esterno intense emozioni negative. Si chiama comunemente seduzione.

L'immaginazione fa il resto. Ma questo nel prossimo articolo...
Intanto vivete emozioni, innamoratevi e vivete felici!

Vorrei che questo blog diventasse un terreno di crescita e scambio per tutti. Qui sotto c'è dello spazio per commentare. Serve un LEADER che dia il via e poi tutti seguiranno. Chi sarà il primo?