Il libero arbitrio

Il libero arbitrio

Sei padrone di te #2

Ci siamo lasciati con la terribile consapevolezza che il libero arbitrio è una chimera e che siamo schiavi e non padroni di ciò che vogliamo.

link alla prima parte qui

Ma a chi vuole vivere felice questa cosa non piace ed allora ho preparato la "cura" alla "malattia".
Innanzitutto il volere, il desiderio sono emozioni, non volontà della ragione. Quindi è sulle emozioni che bisogna lavorare.
Il primo passo è accettare di essere schiavi. Finchè non lo si accetta non ce ne si potrà mai liberare. Siamo schiavi delle nostre emozioni e ci raccontiamo bugie per giustificare le nostre azioni insensate. Fatto questo siamo a metà dell'opera.
La seconda parte è capire cosa c'è dietro quel desiderio e soddisfare l'emozione attraverso un'altra strada. Perché l'emozione va soddisfatta, non c'è storia, non c'è alternativa. Un'emozione non soddisfatta è come la fame. Finchè non si mangia si ha sempre più fame

Ma se la fame possiamo soddisfarla solo mangiando, l'emozione possiamo soddisfarla in tanti modi diversi.

Le persone usano le vie più semplici per soddisfare le proprie emozioni: il cibo, le droghe, i giochi, gli oggetti e il sesso (la via più ecologica fra queste) sono le strade più utilizzate.

Se voglio un oggetto devo capire che non voglio davvero quell'oggetto (se non sapessi che esiste non lo vorrei, non è cibo o aria). Fatto questo devo capire quale vuoto quell'oggetto va a colmare e colmarlo in una maniera che segue la mia vera volontà. Dettata dai miei valori e non dalle mie carenze. Senza dubbio al prossimo corso di autostima una parte sarà dedicata a questo argomento.

Interrogatevi sui desideri e sulle emozioni e vivete felici!

Fammi sapere cosa ne pensi! Scrivilo qui sotto :>
Se condividi l'idea, condividi!