Justin Bieber

Justin Bieber

Vittima o carnefice?

Oggi il giovane cantante canadese, idolo delle teenager, Justin Bieber è stato arrestato per guida in stato di ebbrezza e partecipazione ad una corsa d'auto illegale. Questo avvenimento è solo lo spunto per una riflessione.

Questo ragazzo ha oggi 19 anni ed è una vera e propria star dal 2008/2009 quando aveva 14 anni. Quando dico star intendo che all'età di 14 anni ha ricevuto un disco di platino. Ovviamente non sto discutendo della bravura del cantante che poco mi importa. La questione è un'altra. A 14 anni si sta formando la nostra psicologia. Passiamo dall'essere babini ad essere "adulti". Siamo adulti fisicamente ma, ovviamente, non a livello mentale. E' un'età delicatissima dove si sviluppa la nostra psiche, il nostro carattere, i nostri valori. In quel momento il giovane Bieber ha visto pioversi addosso milioni di dollari, fama, importanza a livello planetario e chissà che altro.

Tutto questo è difficile da gestire per un adulto (pensiamo a che fine fanno molti di coloro che realizzano vincite milionarie con i vai gratta e vinci), figuratevi per un ragazzino. Un altro esempio? Michael Jackson ovviamente.

Il risultato? Quello che abbiamo sotto gli occhi. Risulterò impopolare, ma credo che uno che a 19 anni ha un Lamborghini COME MINIMO fa una corsa in auto. Anche io correvo a 19 anni e ne porto ancora i segni sulla mia pelle. La mia fortuna? Non avevo una Lamborghini ma una Hyundai Atos. Ed ora dico per fortuna!!

Inutile demonizzare un povero ragazzo che è solo vittima di se stesso e di una società alla quale poco importa della salute mentale del singolo ed è molto più interessata al profitto che quel singolo può creare.

Vai piano e vivi felice!

Cosa ne pensi?
Scrivilo nei commenti
Se condividi l'idea, condividi!