Milionario a 21 anni e senza laurea

Milionario a 21 anni e senza laurea

Si può?

Recentemente ha destato scalpore il servizio su Gianluigi Parrotto, giovane pugliese di 21 anni divenuto milionario e senza una laurea.

L'eterna contrapposizione soldi-cultura, successo-studio. Che noia, che tristezza.

"Visto, non serve laurearsi per fare i soldi", "Lui senza una laurea è diventato milionario e milioni di laureati fanno la fame".

Ovviamente i giornali devono vendere e per vendere serve un titolo ad effetto, ma far passare 'sti messaggi è davvero vomitevole.

Chiariamo una volta per tutte: la laurea, lo studio non fanno fare i soldi. Laurea e studio sono delle SCORCIATOIE per il successo. Come essere ricchi. Essere ricchi non vi porterà al successo, ma avere soldi può aiutarvi nel successo. Se siete in grado di raggiungere il successo senza laurearvi, non laureatevi!

Il problema è che milioni di laureati non hanno un lavoro. Immaginiamoci che fine avrebbero fatto senza la laurea.
Il concetto che si vuol far passare è che se questi milioni di ragazzi non avessero studiato, ora navigherebbero nell'oro. E ci sono idioti che ci credono pure a 'ste scemenze.

Il problema è diverso e non è neppure tanto complicato.
I lavori che fanno fare un sacco di soldi sono lavori iperspecialistici (ad esempio in neurochirurgo guadagna più di un medico di base perché è più specializzato). La specializzazione richiede studio. Se non riesci a unire questi due concetti non ci sarà laurea al mondo che potrà salvarti.

E sta proprio qui il problema. Un fesso con la laurea, rimane un fesso. Quindi il problema non è se laurearsi o no, se studiare o no. Il problema è quanto vali come persona, quanto sai aggiungere valore a ciò che fai, quanto hai una idea concreta di ciò che vuoi fare nella vita, quanto la laurea la scegli in base ad un lavoro che hai già scelto.

La laurea è come avere l'automobile. Può aiutarti a raggiungere più facilmente il posto di lavoro, ma il lavoro devi creartelo tu, altrimenti con quella macchina potrai solo andarci a spasso. Ecco perchè abbiamo tutti questi laureati che vanno a spasso.