Se fosse l'ultimo giorno della tua vita?

Se fosse l'ultimo giorno della tua vita?

Per essere felici ci vuole coraggio.

Da bambini eravamo coraggiosi.

Da bambini non esisteva la possibilità di non fare ciò che desideravamo. Alcuni dicono che i bambini non contemplano il fallimento eppure il bigliettino che arrivava di mano in mano all'ultimo banco e ci faceva sobbalzare il cuore aveva tutte le possibilità: si, no, forse.
Ma da piccoli non sapevamo non rischiare, qualche volta è andata bene, altre male. Abbiamo vissuto una sfera emotiva ampia, variegata e soddisfacente senza tutti i filtri che abbiamo posto tra noi e le nostre emozioni da adulti.
Da piccoli bastava un attimo per essere il bambino più felice e subito dopo il più triste del mondo, vivevamo nel qui ed ora e le azioni superavano di gran lunga i pensieri.

Non avevamo ancora scoperto la più improduttiva di tutte le attività umane: la falegnameria mentale.

Crescendo ci si sono incollate addosso mille paure: il giudizio, l'ignoto, il fallimento, la novità, il cambiamento...
Abbiamo disimparato a vivere. Abbiamo dimenticato che il prezzo di una grande felicità è contemplare il rischio di una grande sofferenza, siamo meno disposti a mettere in gioco tutto perché seppure avremo meno gioie, sicuramente saranno più lievi i dolori.
E allora quella persona la si osserva da lontano perché "a me non dirà mai di si", quel telefono rimane con un numero impresso e non squillera' mai, quell'abbraccio resta sospeso in una lite, troppi "ti amo" non detti, quanti "scusa" soffocati in gola.
C'è un libro di Buscaglia, uno di quelli che ti restano impressi a vita e che un pò ti cambiano, in cui c'è una delle frasi più belle che abbia mai letto.

"Vivi ogni giorno come se fosse l'ultimo perchè uno di questi giorni avrai ragione di crederlo."

Se fosse l'ultimo giorno della tua vita che cosa faresti?
Se fosse l'ultimo giorno della tua esistenza quali rimpianti avresti?
Immagina di poter fare qualsiasi cosa, di poter essere chiunque e in qualsiasi posto. Chi saresti e dove saresti?

Abbiamo una sola vita. E il nostro tempo ogni istante e ad ogni ticchettio ci ricorda che abbiamo un termine ma anche una grande opportunità. Siamo liberi, siamo in grado di essere qualsiasi persona noi desideriamo.

Allora guardiamo indietro al bambino che eravamo, prendiamo un pò del suo coraggio e viviamo la vita che desideriamo.

Le azioni che compiamo, i pensieri che abbiamo, le emozioni che ci concediamo di vivere, determineranno il gran finale.

Volete essere i registi di una tragedia o della più bella delle commedie?

Non dimentichiamoci che siamo gli artefici del nostro destino e possiamo davvero vivere felici!

Anna